museovirtualepinopascali.it logo

Camera con vista sul mondo

06-07-2020

url: permalink

Osservazioni_in_terrazza_1_la_passeggiata.jpg

CAMERA CON VISTA SUL MONDO
La visione di 13 fotografi al tempo della pandemia.
Casablanca, Gerusalemme, Granada, Lecce, New York, Parigi, Tel Aviv, Teheran.
A cura di Nicolai Ciannamea e Raffaele Gorgoni e a cura di Rosalba Branà.
Testo introduttivo di Francesca Gorgoni


Nel mese di marzo 2020 in seguito all'emergenza che ha sconvolto il mondo anche la Fondazione Pino Pascali reagiva proponendo un progetto di mostra virtuale Camera con vista. La visione di 14 fotografi al tempo della pandemia che presentava i luoghi, gli sguardi e gli spazi intimi e speciali dei fotografi pugliesi costretti come tutti all'isolamento. A quattro mesi di distanza e in piena Fase 3, la Fondazione Pino Pascali presenta sulla piattaforma museovirtualepinopascali.it in collaborazione con myphotoportal.com "Camera con vista sul mondo" estensione di quella esperienza artistica.

L'idea di fondo, spiega Francesca Gorgoni, autrice del testo critico introduttivo, "è stata quella di dare voce e raccontare le nostre case, diventate improvvisamente l'unico spazio vitale nel quale è possibile muoverci e vivere durante la pandemia del Covid 19. La casa parla, racconta e ci invita a un dialogo. Gli spazi che abitiamo divengono un caleidoscopio dove si riflettono le nostre vite e le vite di quegli oggetti su cui la luce e lo sguardo si posano. Prestare occhio e orecchio alle cose, significa (ri)scoprire il vedere come esperienza estetica e fonda una nuova attenzione verso la nostra vita, la vita vegetale, animale e quella della materia che sempre ci è attorno".

I fotografi che hanno partecipato, rispondendo all'invito dei curatori, sono: Roberta Agnese, Marina Arbib, Juman Daraghmeh, Michael Ebstein, Emanuel Fiano, Elisa Levi Sabattini, Samuela Pagani, Marie Rebecchi, Naoures Rouissi, Nina Sacerdoti, Francesco Siri, Maryla Vazquez, Gioele Zisa. Le loro immagini ci raggiungono da Casablanca, Gerusalemme, Granada, Lecce, New York, Parigi, Tel Aviv, Teheran.





CAMERA CON VISTA SUL MONDO
La visione di 13 fotografi al tempo della pandemia.
Casablanca, Gerusalemme, Granada, Lecce, New York, Parigi, Tel Aviv, Teheran.

Opening: Venerdì 10 luglio 2020 su museovirtualepinopascali.it
Responsabile della comunicazione: Santa Nastro
In collaborazione con myphotoportal.com

Da Sud a Nord

gianni_leone_da_sud_a_nord_cover.jpg

GIANNI LEONE
DA SUD A NORD

Doppio appuntamento con la fotografia di un grande maestro.
Online su museovirtualepinopascali.it e in presenza al Must di Lecce.
A cura di Rosalba Branà
Opening virtuale su museovirtualepinopascali.it: 12 giugno 2020
Apertura mostra al Must Museo Storico della Città di Lecce: 26 giugno 2020


Continuano gli appuntamenti con le mostre virtuali della Fondazione Pino Pascali che lancia questa volta un focus su un grande maestro della fotografia: Gianni Leone. Ad ospitare il progetto sarà come di consueto la piattaforma museovirtualepinopascali.it realizzata in collaborazione con myphotoportal e inaugurata lo scorso 30 marzo con il progetto fotografico Camera con vista (qui Leone era uno dei protagonisti) e successivamente con Pino Pascali. Fotografie, entrambe ancora fruibili online.

A due anni dalla grande antologica ospitata negli spazi della Fondazione Pino Pascali (Gianni Leone. Inventario: 1979- 2015), il museo torna ad esplorare il linguaggio e lo sguardo di un maestro che fu tra i promotori e gli ispiratori, insieme a Luigi Ghirri e Enzo Velati, di una mostra mitologica come Viaggio in Italia, ospitata nel 1984 dalla Pinacoteca Provinciale di Bari. Di quel linguaggio, che mutò in maniera sostanziale l’immagine dell’Italia da cartolina, Leone rappresenta la visione urbana e mediterranea, qui declinata attraverso un ricco corpus di scatti fruibili in remoto dallo spettatore dal 12 giugno 2020. Venerdì 26 giugno 2020 si apre invece nelle sale del MUST Museo Storico della Città di Lecce la mostra personale GIANNI LEONE, antologica del fotografo pugliese (Bari, 1939); un progetto dell’Associazione Kunstschau Contemporary Places in collaborazione con il Comune di Lecce – Assessorato alla Cultura e con la Fondazione Pino Pascali di Polignano a Mare. Entrambi gli appuntamenti, quello virtuale e quello “analogico”, sono a cura di Rosalba Branà, direttrice della Fondazione Pino Pascali.
60 opere provenienti dalla collezione del museo di Polignano, generosamente donate da Leone nel 2018, approdano al MUST, in un percorso che offrirà allo spettatore un’ampia selezione del lavoro realizzato dagli anni ’80 ad oggi, in una ricerca condotta tra la città e i piccoli borghi, tra la campagna e l’industria, posando uno sguardo discreto e silenzioso su luoghi marginali, abbandonati, spiagge solitarie ed angoli deserti soprattutto della sua Puglia e del Mezzogiorno. Una sezione della mostra sarà dedicata all’attenta perlustrazione di superfici, campiture, dettagli formali e geometrie, analizzati fino ai limiti di un’astrazione luminosa e sentimentale.
“Per Gianni Leone – scrive Rosalba Branà – il paesaggio è un altrove teorico, è un complesso sistema di segni, è il luogo del pensiero ma non della nostalgia, poiché questa appartiene ai viaggiatori seriali mentre lui è un sedentario e il suo piacere più grande è tornare a casa. Il nostro autore ama e percorre pianure, costeggia il mare, con passo lento attraversando il fluire del tempo e i cambiamenti di luce. Le flânerie è un concetto che ben si addice a Leone, con la fotografia si appropria lentamente dei luoghi, vi indugia senza fretta, senza retorica […] Percorrere il paesaggio comporta la fatica del conoscere, il nostro autore lo fa attraverso i tagli e la messa a fuoco, catturando dettagli e segni minimi ma essenziali. A Leone interessa il riconoscimento dei luoghi? Credo di no, è interessato al sistema dei segni che va a costruire con la scelta dell’inquadratura, il gioco delle forme, una visione prospettica quasi sempre centrale, ad indicare la propria e unica presenza. Di fatto la presenza umana è irrilevante, poiché il nostro autore preferisce fotografare in solitudine, si percepisce il piacere di essere solo con se stesso, l’altrui presenza umana è solo evocata. La fotografia si presenta non come rappresentazione della realtà ma quale tentativo di sintesi tra memoria, attese, fluire del tempo".





GIANNI LEONE
DA SUD A NORD

mostra digitale della Fondazione Pino Pascali
Opening: Venerdì 12 giugno 2020 su museovirtualepinopascali.it
Direzione scientifica: Rosalba Branà
Responsabile della comunicazione: Santa Nastro
In collaborazione con myphotoportal.com

more
GianniLeone_Da_Sud_a_Nord.pdf (107.47 KB)

Pino Pascali.
Fotografie

01_marinai.jpg

PINO PASCALI.
FOTOGRAFIE

Secondo appuntamento con le mostre virtuali della Fondazione Pino Pascali
Direzione scientifica: Rosalba Branà
A cura di: Antonio Frugis e Roberto Lacarbonara
Responsabile della comunicazione: Santa Nastro


Dopo il successo ottenuto alla 58^ Biennale di Venezia, la Fondazione Pino Pascali di Polignano a Mare è lieta di presentare la mostra virtuale “Pino Pascali. Fotografie”: ad ospitare il progetto sarà la piattaforma museovirtualepinopascali.it realizzata in collaborazione con myphotoportal.com e inaugurata lo scorso 30 marzo con il progetto fotografico Camera con vista.

La mostra è dedicata alla ricerca fotografica di Pino Pascali, un aspetto dell’indagine artistica e pubblicitaria fino a qualche tempo fa in gran parte sconosciuto e inedito. Presenti oltre 90 immagini realizzate e stampate dall’artista nel 1965 quando, da tempo impegnato nell’attività grafica per la Lodolofilm, intraprende un viaggio tra Napoli, Capri e Ischia per realizzare il suo primo reportage fotografico destinato alla produzione di uno spot-carosello per la grande industria alimentare di conserve italiane, Cirio.
L’obiettivo della ricerca è subito chiaro: evidenziare i caratteri della tradizione napoletana all’interno di una prorompente connotazione emozionale. Il viaggio diventa una vera e propria ricognizione del paesaggio urbano e portuale; non dunque una semplice raccolta di immagini per un montaggio da studio, bensì un illuminante incontro con l’immagine. In questa sequenza di scatti c’è una storia tutta italiana: ci sono i tanti volti ritratti e le botteghe tra i vicoli, le passeggiate nelle piazze e i giochi dei bambini tra le strade, le piccole imbarcazioni nei porti e gli imponenti traghetti, i palazzoni che ridisegnano la periferia e la segnaletica che cambia. E c’è una società che, negli anni di grande risveglio sociale e culturale, si trasforma con grande rapidità e con intensa fiducia.
Ma non è tutto. Negli scatti napoletani e in alcune fotografie realizzate a Roma (tra Trastevere, Campo de’ Fiori e Villa Borghese) Pascali raccoglie anche numerosi “dati grezzi”, utili per la ricerca scultorea: rapidi appunti visivi, annotazioni fissate con immediatezza, già destinate a divenire plasticità di opera d’arte. La mostra si articola in sezioni tematiche che ripercorrono i temi affrontati da Pino Pascali nell’arco della sua carriera artistica: “Cose d’acqua”; “Finte sculture”; “Geometrie e moduli”; “Il porto, le barche, il mare”; “Segni, lettere e numeri”; “Giochi d'infanzia”; “Il teatro e la maschera” ed è accompagnata dai testi dei curatori Antonio Frugis e Roberto Lacarbonara estrapolati dal libro Pino Pascali. Fotografie (Postmediabooks, 2018).
L’acquisizione, da parte della Fondazione Pino Pascali, del Fondo Fotografico (143 stampe vintage che si uniscono alle precedenti 23) e del Fondo del Video Pubblicitario di Pino Pascali (13 caroselli originali oggetto di recente restauro) è stata resa possibile dalla preziosa donazione da parte di Carla Ruta Lodolo, da anni vicina all’artista e alla Fondazione che lo rappresenta nel mondo.





PINO PASCALI.
FOTOGRAFIE

mostra digitale della Fondazione Pino Pascali
Opening: Mercoledì 6 maggio 2020 su museovirtualepinopascali.it
Direzione scientifica: Rosalba Branà
A cura di: Antonio Frugis e Roberto Lacarbonara
Responsabile della comunicazione: Santa Nastro
In collaborazione con myphotoportal.com

more
Pino_Pascali_fotografie.pdf (91.69 KB)

search
pages
Share
Link
https://www.museovirtualepinopascali.it/news-d
CLOSE
loading